fbpx

Dove va a finire il tempo

by Paola Cortazzo

Il tempo. Un’esclusiva occasione

Il tempo. Quell’esclusiva occasione.

 

Indispensabile. Irrefrenabile. Prezioso. Incontrollabile. Sfuggente. Travolgente. Sfrenato.

Ma come si misura il tempo? Passando da un evento all’altro? Dagli euro prodotti o consumati, o persi? Dai figli che crescono, le rughe che avanzano, le cose che si perdono? I compleanni?  Oppure dallo scorrere di numeri scritti su di un calendario appeso in cucina dove segnare le scadenze di bollette e assicurazioni? E … possiamo davvero fermarlo, il tempo?

 

Arriva una pandemia e sembrerebbe di si. O più semplicemente ha fatto fermare noi. Forse lo abbiamo pensato tutti che avremmo avuto più tempo a disposizione. Per stare in famiglia, per imparare nuove ricette, per fare della nostra casa un ufficio, una palestra, una scuola.

 

Duecentosettanta giorni da quando all’improvviso è uscito un decreto, che ci ha fermati e ci ha indicato tutto quello che non avremmo potuto fare del nostro tempo.

Ci siamo annoiati perché impossibilitati a vivere quell’unica strada che avevamo imbroccato, e il resto non ci interessava.  Impazienti di tornare alla nostra frenesia, e quella vita fatta di corse, interminabili code, e intere giornate vissute altrove.  Nervosi perché invece di curarci di ciò che potevamo, dominava in noi la privazione.

Mica facile, con le situazioni che ci troviamo a vivere in questi mesi, la mancanza di lavoro, attività al collasso, ragazzi rinchiusi nelle loro stanze (forse a studiare), bambini che non possono giocare, persone che si ammalano e che … muoiono. Sole.

Sembra voglia andare tutto contro la nostra dignità.

Ma …

Il tempo non diminuisce o aumenta in funzione di quello che accade, e non cambia l’estrema importanza che ha.

Un secondo in una gara, può fartela vincere. O perdere.

Un minuto può determinare l’anno della tua nascita.

Un giorno, quello dopo, potrebbe essere tardi

Non si vede e non si tocca, eppure ci plasma in ogni istante. E a volte ce ne rendiamo conto dopo. Tardi.

Non si risparmia, non si spreca e soprattutto, non si recupera, il tempo.

 

Il primo aspetto che credo fondamentale è che non è mai tempo perso. Forse impiegato male, ma mai perso.

Il secondo è che il tempo ci segna e che ci insegna.

Ma perché questo possa avvenire dovremo abituare le nostre orecchie ad ascoltare. Cosa non semplice. L’ascolto richiede pazienza, ma la pazienza richiede tempo.

 

Dobbiamo avere la voglia di padroneggiare il nostro tempo, e decidere che il nostro tempo ha un valore (non un costo). Essere persuasi e rispettosi del tempo.

Il  tempo non è nostro. Ci viene dato in concessione “gratuita” e, che noi scegliamo o meno di farne buon uso, lui passerà e se ne andrà. Hai voglia a dire poi: “Se tornassi indietro …”

Sant’Agostino  “Il tempo? Se non me lo chiedi so cos’è. Ma se me lo chiedi non lo so più”.

 

In effetti, cercare di spiegare cos’è il tempo è davvero complicato. Ognuno di noi ha il suo rapporto col tempo. Corre quando si è felici e rimane sospeso quando si è insoddisfatti. Io non ne ho mai abbastanza. Saranno i miei cinque figli, un marito col quale vivo (e discuto) come fosse il mio fidanzatino, e una grande passione che è la vita.

Io e il tempo? Cerco di sprecarne il meno possibile e per usarlo al meglio e sapere sempre dove va a finire, ho trasformato quel quaderno, dalla copertina arancione (di cui vi ho parlato parecchio tempo fa, correggendolo con qualche piccola variante). Ho creato un spazio per scoprire dove va a finire il tempo. Una strepitosa Agenda.

L’agenda della Mamma a tempo pieno … che vive leggera!

A che ti serve un’agenda mamma???”

A non perdere il focus su di me.” E non ne ho mai trovata una adatta ad una mamma. Che non è mai solo mamma … Così l’ho progettata e da oggi è possibile prenotarla.

Vai alla pagina e scopri tutti i dettagli. Clicca qui.

Ovviamente non verrà prodotta in quantità industriali per cui prenotatela, prima che … sia troppo tardi.

“Dai a ogni giornata la possibilità di essere la più bella della tua vita”
Mark Twain

Io ci provo ogni giorno.

Il tempo passa comunque. Come farlo passare, sta a noi deciderlo.

Vi ringrazio di essere stati qui con me e vi abbraccio forte forte.

Paola ♥

P.S. Ovviamente sarà superfighissima l’Agenda della Mamma a tempo Pieno
P.P.S.S. Immagino non vogliate arrivare tardi e farvi cogliere impreparati.
Prenotate la vostra copia qui

Se vuoi rimanere aggiornato e ricevere una mail ogni volta che pubblicherò un nuovo articolo, iscriviti alla newsletter

Potrebbe interessarti anche:

2 comments

Sonia De Spirito 18 Novembre 2020 - 15:40

Beh, quando arriva la mia agenda?❣❣❣

Reply
Paola Cortazzo 21 Novembre 2020 - 20:16

Molto presto. Grazie Sonia ♥

Reply

Leave a Comment

×

Ciao, sono Paola. Come posso aiutarti ...

× Come posso aiutarti?