La scatola di Natale

by Paola Cortazzo

E’ tempo di regali. Piccole e grandi scatole, sacchetti e sacchettini. Infiniti auguri. E … pensieri ed emozioni.

Un Natale strano, diverso. Ho sentito anche qualcuno dire: “Non mi sembra il tempo di Natale”

Che peccato. Si perché invece, è proprio il tempo di Natale questo. Anche se appare diverso.

In realtà io credo che il Natale sia un po’ come la felicità, se sono veri, li hai dentro.

E’ lecito. Quando si pensa al Natale ognuno di noi ha la propria visuale. Immaginiamo negozi pieni di gente che si accalca alla ricerca del regalo dell’ultimo minuto, o quello perfetto. Il menù delle feste che comprende i consueti piatti intersecati con quelle cose che piacciono di più. E settimane di vacanza tra la neve o in qualche spiaggia caldissima e bianchissima. Poi, c’è l’altra faccia del Natale, quella che tramanda delle tradizioni e dei valori.

Se ognuno di noi tornasse per un istante a ciò cui era abituato fino al Natale dell’anno scorso, probabilmente avrebbe il risultato di quello che sarà Natale tra pochissimi giorni.

Per tutto quello che si potrà fare oppure no, sarete sicuramente ben informati e, probabilmente, molto più di me che non ho seguito le regole dell’ultimo DPCM per vivere questi giorni e, soprattutto, per come vivremo i prossimi giorni di festa.

Io posso provare a raccontarvi come stiamo cercando di rendere calda l’atmosfera in un momento come questo.

Il calendario oramai lo abbiamo quasi finito e quest’anno ci siamo davvero superati.  Continuiamo a stare a casa. Noi sette. E siamo già al limite dell’assembramento. Nei prossimi giorni stabiliremo il menù delle giornate di festa. I regali sono arrivati tutti tramite dei simpatici folletti che chiamano corrieri, alcuni venuti così spesso, “che siamo diventati amici”, e per i regali da fare a chi non sarà con noi, abbiamo chiesto ai nostri amici folletti di consegnarli al posto nostro. Babbo Natale probabilmente apparirà in video chiamata, non potendo venire di persona, e mangeremo noi i biscotti destinati a lui.

Ora però, vi rivelo una delle più belle novità di quest’anno. Il mondo virtuale si è finalmente coeso con il mondo reale. Lo abbiamo capito in molti (non ancora tutti) che possiamo davvero accorciare le distanze attraverso le nuove tecnologie , ma al di là di poter acquistare i regali o prenotare il pranzo di Natale, si può anche dare il proprio contributo e donare qualche piccolo momento di serenità a chi vive difficoltà maggiori delle nostre.

Noi abbiamo sposato alcune iniziative a cui stiamo dedicando parecchio del nostro tempo.

Quella che vi descrivo ora, è La scatola di Natale. In diverse località è stata data la possibilità di preparare le scatole di Natale per regalare un momento di gioia e scaldare il cuore di chi poi la riceverà. E’ possibile preparare la scatola destinandola sia ai bambini che agli adulti. Ogni componente della famiglia costruirà la sua scatola e la porteremo nel punto di raccolta. L’emozione grande la provo pensando a quel volto che riceverà la scatola. Credo porterò questo pensiero con me a tavola per il pranzo di Natale.

Uno dei gesti che ho sempre amato del Natale, è fare regali. Adoro fare quella ricerca attenta nei confronti chi si troverà a ricevere un mio dono e vedere quell’espressione soddisfatta.

E ora vorrei concludere riuscendo a dire una cosa ad ognuno di voi, e per me è come se vi avessi qui di fronte a me in questo momento.

 

 

 

“Per te, che stai leggendo. Finalmente ho trovato il giusto tempo per dirti una cosa a cui tengo molto.

Conoscerai il mio piacere personale di scrivere innanzitutto per il mio bisogno di condividere, ma non nascondo l’enorme ‘piacere’ che provo sapendo che ogni settimana dedichi del tempo a leggere le mie parole. Sono certa che penserai come me, che non tutte le settimane sono usciti dei super post, ma sono altrettanto convinta che sai come me, che la vita è fatta di alti e bassi, e ho scelto di raccontare anche nei giorni più confusi.

Vorrei con un piccolissimo mio gesto, ringraziarti.

Non so se lo hai acquistato, ma se non fosse così, mi piacerebbe regalare una copia del mio libro proprio a te, che in questi mesi per me molto importanti, mi hai dedicato il tuo tempo leggendo le mie parole e regalandomi un po’ del tuo tempo.

Se vorrai ricevere il mio regalo, dovrai solo farmelo sapere, e io provvederò a fartelo recapitare il prima possibile. Non sono certa che arriverà prima delle feste ma sarà comunque il mio regalo di Natale per te. Così mi sento un po’ “Mamma Natale” , anche se la letteratura afferma che lei è molto più brava di me a fare dolci”.

Grazie per essere tornati a trovarmi anche questa settimana.

Vi abbraccio

Paola ♥

Potrebbe interessarti anche:

Leave a Comment

×

Ciao, sono Paola. Come posso aiutarti ...

× Come posso aiutarti?