fbpx

L’uomo intelligente

by Paola Cortazzo

Qualche giorno fa ho condiviso sul Gruppo delle Mamme questa bellissima poesia di  Gabriel Garcia Marquez

Una mujer inteligente – Una donna intelligente

Quanti uomini ho sentito dire che desiderano una donna intelligente nella loro vita!..
Io li incoraggerei a pensarci bene.
Le donne intelligenti
Prendono decisioni da sole, hanno desideri propri e mettono limiti.
Tu non sarai mai il centro della sua vita perché questa gira intorno a se stessa.
Una donna intelligente non si lascerà manipolare né ricattare, lei non ingoia colpa, si assume responsabilità.
Le donne intelligenti
mettono in discussione, analizzano, litigano,
non si accontentano, avanzano.
Quelle donne hanno avuto una vita prima di te e sanno che continueranno ad averla una volta che te ne sarai andato.
Lei sta per avvisare, non per chiedere il permesso.
Queste donne non cercano nella coppia un leader da seguire,
un papà che risolva la vita, né un figlio da salvare.
Loro non vogliono seguirti né segnare la strada a nessuno,
Vogliono camminare accanto a te.
Lei sa che la vita senza violenza è un diritto,
non un lusso né un privilegio.
Loro esprimono rabbia, tristezza,
gioia e paura allo stesso modo,
Perché sanno che la paura
non le rende deboli nello stesso modo in cui la rabbia non le rende “maschili”.
Queste due emozioni e le altre, tutte insieme, la rendono umana e basta!
Una donna intelligente è libera perché ha lottato per la sua libertà.
Ma non è una vittima, è una sopravvissuta.
Non cercare di incatenarla
perché lei saprà come scappare.
Ricorda che l’ha già fatto prima.
La donna intelligente sa che il suo valore non risiede nell’aspetto del suo corpo
Né in quello che faccio con lui.
Pensaci due volte prima di giudicarla per età, altezza, volume o comportamento sessuale,
perché questa è violenza emotiva e lei lo sa.
Quindi… prima di aprire la bocca per dire che desideri una donna “intelligente” nella tua vita, chiediti se sei davvero fatto per inserirti nella sua.

 

Condividere le parole di qualcun altro significa, dal mio punto di vista, aderire alle considerazioni di chi quelle parole le ha pensate e scritte. Personalmente mi piace parecchio cercare nei libri (ma anche altrove) i pensieri altrui. Mi piace quando ci trovo affinità di concetti e di visione. Mi piace anche perché quelle parole ne stimolano altre e mi portano a cercarne sempre di nuove. Dopo aver letto la poesia ho pensato: “Mi piace. Ci mette dentro parecchio di quello che conta davvero secondo me. Si toccano emozioni e valori estremamente importanti . Ora voglio vedere se trovo altro”

Così ho iniziato le mie ricerche

La prima ricerca: “La donna intelligente”

Ho letto di Simone De Beauvoir, filosofa francese, impegnata alla concessione dei diritti sociali alle donne.  E poi di Frida Kahlo e i suoi dipinti autobiografici che raccontano  la sofferenza e la rabbia. Ho letto poi di molte altre donne che hanno contribuito a ingenti cambiamenti soprattutto su come il mondo “vede” le donne. Ho trovato le donne più influenti, quelle che hanno fatto la storia, e poi frasi e aforismi sulla donna intelligente.

Sono passata poi alla mia seconda ricerca intitolata “L’uomo intelligente”

La prima cosa che mi è apparsa è una frase di Albert Einstein:

Un uomo intelligente risolve i problemi. Un uomo saggio li evita. Un uomo stupido li crea. … e se il Mondo è pieno di problemi un motivo ci deve pur essere

Poi ho  trovato l’uomo più intelligente del mondo: William James Sidis, definito secondo il suo quoziente intellettivo  (quel punteggio che si ottiene tramite dei test specifici che hanno lo scopo di misurare e/o valutare l’intelligenza). Il  livello medio si aggira intorno ai 100, e il suo QI ??? Tra i 250 e i 300. A diciotto mesi leggeva il The New York Times. A otto anni parlava perfettamente francese, tedesco, russo, turco e anche l’armeno, con latino e ovviamente inglese. A undici anni studiava matematica ad Harvard e a dodici teneva la sua prima conferenza sulla quarta dimensione. Ma si racconta che fosse parecchio triste, le dinamiche della sua vita e le aspettative che avevano riposto in lui forse avevano lasciato andare alcuni aspetti che hanno evidenziato le mancanze piuttosto che gli eccessi di cui aveva ricevuto dono. Ad oggi è lui che mantiene il primato dell’uomo più intelligente del mondo. Ho trovato altri uomini intelligenti definiti cervelloni. Parecchi. Dal quoziente intellettivo impressionante.

Ho notato, che mentre con le donne il QI non viene quasi mai neanche menzionato, con gli uomini invece sembra essenziale associare quel numerino.

Forse come dice John Gray nel suo libro “Gli uomini vengono Da Marte le donne da Venere” , è importante imparare a riconoscere e rispettare le differenze che esistono tra gli uomini e le donne,  anche se questo comunque non spiega la diversità nel definire l’intelligenza dell’uomo e della donna.  I valori (non quelli del QI), i diversi modi di affrontare lo stress e i disparati linguaggi che utilizzano gli uomini e le donne forse influenzano  una differenza per definire l’intelligenza?

E poi ho cominciato a fare delle riflessioni …

… torno per un attimo al punto di partenza. A quella bellissima poesia che racconta l’intelligenza della donna e mi metto a raccontare … l’uomo intelligente.

L’uomo intelligente …
… saprà certamente prendersi cura della propria donna, quella in cui ci ha visto una mamma, un’amica, un’amante. La sua compagna di vita
… saprà bene che quella donna non sarà la sua mamma, e quando lei gli rifarà il letto o gli piegherà le mutande dopo avergliele lavate, lui saprà che non gli è dovuto
… saprà bene che lei, la sua donna, sarà contenta di aspettarlo, ed è per questo che l’uomo intelligente se ne prende cura e ogni sera corre da lei
… saprà bene, ogni giorno, mostrare ai propri figli quanto amore, stima, rispetto e gratitudine prova per quella donna, perché l’uomo intelligente è anche un buon padre
L’uomo intelligente è quello che la sua donna la tratta da regina, perché in fondo lo sa che ogni donna  si sente un po’ regina,  e un po’ lo è davvero.
L’uomo intelligente riconosce che la sua libertà equivale a quella della sua donna
L’uomo intelligente sa che si trova al fianco di quella donna per arricchirle la vita, non per sminuirla
L’uomo intelligente conosce i gusti della sua donna, sa qual è il suo gelato  preferito e sa come le piacciono le uova
E ancora, l’uomo intelligente sa che alla sua donna piace essere chiamata così: “la sua donna”  solo sotto le lenzuola, perché appena fuori di li, sono “solo” compagni di viaggio, con parametri e linguaggi che sono diversi solo per creare l’incastro perfetto, anche se la perfezione non esiste.
E poi, magari, il suo QI supera il livello medio di un po’.

Cosi,  mi sembra di veder descritto l’uomo intelligente così come Gabriel Garcia Marquez descrive la donna intelligente, facendo leva (come piace a me) sulla parte emozionale e non sul QI. Non ho esagerato … vero???

Per oggi mi fermo qui

Grazie di essere tornati a leggermi

Vi abbraccio e vi do appuntamento alla prossima settimana

Paola ♥

P.S. Se vuoi rimanere aggiornato e ricevere una mail ogni volta che pubblicherò un nuovo articolo, iscriviti alla newsletter

Potrebbe interessarti anche:

Leave a Comment

×

Ciao, sono Paola. Come posso aiutarti ...

× Come posso aiutarti?